Riflessologia plantare

Riflessologia1La riflessologia è un sistema olistico, cioè che considera il corpo non nelle sue singole parti, ma come parti di un intero sistema, dove tutto è comunicante con tutto il resto e il corpo non viene considerato come una cosa assestante, ma come un elemento che fa parte della natura, ed è sempre integrato con la natura. Tutto quello che è all’esterno di noi  è per noi fonte di influenza, ciò che ci circonda e l’ambiente in cui viviamo, lavoriamo e i luoghi dove affrontiamo le varie esperienze, influenzano fortemente quello che accade dentro il nostro corpo, e quindi può essere per noi fonte di squilibrio o di equilibrio. Il corpo ha intrinsecamente dei sistemi di autoregolazione che hanno il compito di mantenere l’omeostasi (equilibrio), ma a volte questi sistemi di autoregolazione non riescono a svolgere correttamente il loro compito e l’intero organismo si trova a non riuscire a mantenere le condizioni ottimali di salute. Le influenze esterne e lo stile di vita alterano le nostre capacità innate di conservare la salute. Lo scopo della Naturopatia è la prevenzione, ossia trovare lo stile di vita più adatto per ogni singolo individuo in base alle sue modalità di risposta e adattamento agli stimoli esterni. Diventa utile imparare a connettersi con le realtà esterne della natura per poter portare equilibrio, benessere e salute dentro il nostro corpo.

La riflessologia ha un ruolo molto importante nelle pratiche naturopatiche. È una tecnica molto antica che non  proviene esclusivamente dall’Oriente, ma è sempre esistita in tutto il mondo. Secondo i sistemi riflessologici, tutto quello che accade nella periferia è strettamente correlato con quello che succede all’interno; …il caso non esiste… una macchia da una parte, uno sfogo dall’altra, un dolorino in un punto o un fastidio in un altro, ci portano informazioni che qualcosa all’interno non funziona correttamente.

“L’interno si manifesta all’esterno e dall’esterno possiamo influenzare l’interno”

 I sistemi riflessi hanno un grosso vantaggio rispetto ad altri sistemi: permettono di identificare quello che sono gli squilibri in maniera molto precoce, tanto precoce che molto spesso si trovano i riflessi alterati ancora prima che esistano malattie evidenti.  La perdita di equilibrio ci parla di un possibile cammino verso la patologia, ma se riusciamo a fare questa osservazione in modo precoce, allora avremo un buon margine per ottenere un recupero della condizione ottimale di salute ed è possibile farlo con semplici accorgimenti e varianti dello stile di vita errato che ha portato all’alterazione.

I sistemi riflessi si dividono in: sistemi di lettura (occhi, labbra, lingua, volto) e sistemi di lettura e azione  (mani, piedi, orecchie, calotta cranica)

La riflessologia plantare è quella parte della riflessologia che si occupa in modo particolare dei punti riflessi nei piedi. La riflessologia plantare ci consente di leggere e agire: osservando i piedi possiamo avere molte informazioni relative alla condizione di salute della persona che abbiamo di fronte. Procediamo poi come se proiettassimo sulle piante del piede,  l’intero corpo. Ad ogni punto del piede, corrisponderà uno specifico organo, viscere o parte del corpo.

“Vedere nelle singole parti della periferia, una sintesi dell’insieme corporeo”

La riflessologia plantare, rispetto ad altre tecniche, ha il vantaggio di essere molto semplice sia da apprendere, sia da un punto di vista pratico, perché è di facile applicazione. È un massaggio zonale che non richiede nessun tipo di strumentazione, macchinari o sonde; serve solo l’utilizzo delle mani e la conoscenza delle zone riflesse. Durante un trattamento di riflessologia plantare, l’operatore fa delle pressioni nei punti riflessi per vedere se queste specifiche zone “segnano”, ossia se c’è una reazione alla pressione, che possa essere di dolore o anche solo un fastidio. Una volta che sono state individuate le zone più sensibili, viene effettuato un massaggio specifico che porta ad una distensione e ad una diminuzione del dolore e del fastidio. Agendo sulla zona riflessa andiamo a facilitare la capacità innata del corpo di mantenere l’equilibrio e la salute dell’organo corrispondente che ne trarrà indubbiamente notevoli benefici!

I trattamenti possono essere ripetuti anche settimanalmente per i primi incontri e successivamente possono essere dilazionati nel tempo.

 


 

Alcuni esempi di quando può essere utile la riflessologia plantare:

Acne

Allergie

Gastriti, gastralgie, e disturbi digestivi

Insonnia e disturbi del sonno

Cervicalgie e dolori alla schiena

Cistiti

Cefalee ed emicranie

Ipertensione e ipotensione

Sindrome premestruale e disturbi dell’apparato genitale (sia femminile che maschile)

Disturbi articolari

Ritenzione idrica

Infiammazioni

Difficoltà linfatiche

La riflessologia plantare è adatta a tutte le età, dal neonato all’anziano e può essere praticata anche in gravidanza.

Riflessologia infantile