Riflessologia palmare

reflex mani“Mano: ciascuno dei due organi prensili e tattili posti all’estremità degli arti superiori dell’uomo, suddiviso in palmo, dorso e dita; lo scheletro è costituito dal carpo, dal metacarpo e dalle falangi, tre per ogni dito, ad eccezione del pollice che ne ha solo due. Il palmo è distinto in tre zone: l’eminenza tenare, comprende i muscoli che consentono il movimento del pollice; l’eminenza ipotenare che comprende i muscoli che muovono il mignolo; il palmo vero e proprio attraversato dai tendini che muovono i flessori delle dita”. Questa è una definizione della mano da un punto di vista anatomico che si può facilmente trovare su un qualsiasi dizionario. Ma la mano è molto di più di una struttura anatomica, perché come la definì Galeno, grande medico dell’antichità, la mano è lo “strumento degli strumenti” …. È adatta ad ogni tipo di lavoro, dal più rozzo al più delicato, controlla con uguale precisione sia un coltello e la sua lama, che la penna di un giornalista o i fili di una sarta…è capace di uccidere, rubare, lanciare bombe…ma anche spargere i semi sulla terra, raccoglierne i frutti, accarezzare, abbracciare…e trasmettere amore…le mani sono l’estensione del cuore…

Le gestualità e i movimenti che sono possibili con le mani, sono infiniti!Ci sono molti gesti che possono essere fatti con le mani che nascondono significati profondi, come riti di preghiera, dove le mani vengono unite; nella tradizione religiosa del popolo ebraico la mano sinistra di Dio significa giustizia, mentre la destra riporta alla misericordia e così è proprio quest’ultima  che rappresenta l’autorità sacerdotale. Sempre in ambito religioso, vediamo anche il ruolo cruciale delle mani nei rituali induisti e buddhisti per la creazione dei mudra. Anche nella storia troviamo l’importanza della gestualità, basta infatti pensare al tempo dei romani, dove veniva decretata la condanna a morte o la salvezza di un gladiatore solo con una semplice inclinazione di un pollice! La mano offre spunti infiniti per discorsi che potrebbero andare avanti in modo quasi inesauribile!

Quello che faremo ora, sarà di uscire da questo incredibile panorama storico, religioso e sociale e vedere la mano in un modo “nuovo”, diverso… la vedremo sotto l’aspetto del massaggio zonale.

Che nei piedi ci siano dei punti riflessi è abbastanza risaputo e noto, quello che molti non sanno è che la stessa cosa può essere fatta anche con le mani, in quanto proprio nelle nostre mani possiamo trovare una mappa dell’intero corpo. In modo molto semplice la mano ci rivelerà il nostro stato di salute, di benessere e allo stesso tempo avremo un mezzo semplice e non invasivo per poterlo migliorare. La bellezza del massaggio palmare deriva dalla sua semplicità e dal fatto di essere un mezzo alla portata di tutti, anche come forma di autotrattamento, il tutto senza pericoli e rischi.

Durante un trattamento di riflessologia palmare, l’operatore fa delle pressioni nei punti riflessi della mano per vedere se queste specifiche zone “segnano”, ossia se c’è una reazione alla pressione, che possa essere di dolore o anche solo un fastidio. Una volta che sono state individuate le zone più sensibili, viene effettuato un massaggio specifico che porta ad una distensione e ad una diminuzione del dolore e del fastidio. Agendo sulla zona riflessa andiamo a facilitare la capacità innata del corpo di mantenere l’equilibrio e la salute dell’organo corrispondente che ne trarrà indubbiamente notevoli benefici!

I trattamenti possono essere ripetuti anche settimanalmente per i primi incontri e successivamente possono essere dilazionati nel tempo e possono anche essere praticati in modo autonomo come forma di autotrattamento.


 

Alcuni esempi di quando può essere utile la riflessologia palmare:

mani_naturopatia_riccioneAcne

Allergie

Dolori articolari e alla schiena

Disturbi digestivi

Cellulite e ritenzione idrica

Crampi e fastidi muscolari

Dolori di varia natura e infiammazioni

Situazioni croniche

Disturbi del sonno

Disturbi dell’apparato genitale sia femminile che maschile (menopausa, dismenorrea, amenorrea, prostatiti, impotenza)