Metodo One Brain – Consulenze Emozionali

E’ ormai sempre più noto quanto sia determinante il ruolo delle emozioni nella nostra vita. Stati emozionali di disagio, paura, insicurezza, scoraggiamento, ci portano a vivere sotto stress e questo comporta alterazioni delle funzioni fisiologiche dell’organismo. Infatti, è da qui che originano le malattie psicosomatiche. Inoltre, tutto quello che proviamo influenza le nostre scelte,  dalle più piccole a quelle più significative. Diventa quindi importante prendersi cura delle nostre emozioni, per garantirci un benessere più profondo e duraturo.Lo scopo principale delle consulenze emozionali del sistema One Brain, è quello di riportare alla normalità i livelli di stress nel cervello, in modo tale che nel momento in cui compiamo delle scelte, queste possono essere fatte in tutta consapevolezza e onestà verso sé stessi. Questo è un aspetto molto importante e non da sottovalutare…perché quando una persona si trova in uno stato di stress non riesce ad utilizzare pienamente tutte le risorse del proprio cervello, ma è l’emisfero sinistro che prevale,  fornendo risposte di sopravvivenza. Ci serve invece che ci sia la piena collaborazione di entrambi gli emisferi e di tutte le componenti cerebrali, affinchè possiamo valutare al meglio la situazione e comportarci nel modo migliore. Se ci pensate bene, vi sarà capitato almeno una volta, di essere sotto stress, e di non sentirvi lucidi…

Teniamo in considerazione che viviamo il 95% della nostra giornata sotto stress. Possiamo dividere questa percentuale in due parti: stress “positivo” e stress “negativo”. Lo stress positivo è quello stress che proviamo ogni volta che facciamo qualcosa che ci motiva e che ci appassiona, lo stress negativo è invece quello stress che sperimentiamo ogni volta che siamo in un contesto “pesante”… come lutti,  separazioni e  traslochi, ma anche la preparazione di un esame, un colloquio di lavoro, o la paura costante di essere licenziati, o rifiutati. Tutte le paure, le ansie e le insicurezze ci fanno vivere sotto stress…che, come abbiamo detto prima, in tempo prolungato può portare ad altri disordini di tipo psicosomatico…

21781728_xxlLe consulenze del metodo One Brain, si avvalgono di un combinazione di tecniche e discipline non convenzionali che vanno dalla kinesiologia, la psicologia moderna, la medicina orientale, la neurologia, la morfopsicologia, la Pnl, la Pnei e molto altro.

Noi ci concentreremo in modo particolare sulle fonti di stress negativo, per trasformarle in stress positivo, ossia in motivazione per riuscire ad affrontare le sfide della quotidianità. Facciamo un passo indietro e vediamo da dove hanno origine molte fonti del nostro stress: quando abbiamo imparato qualcosa di nuovo, o abbiamo compiuto un’azione per la prima volta, in associazione abbiamo provato anche una particolare emozione, positiva o negativa, intensa o moderata, che si è “fusa” a quell’evento. Da quel momento, ogni volta che ripeteremo quell’azione o quando si verificherà lo stesso evento o un evento simile, rivivremo la stessa emozione intensa e ci sentiremo  nuovamente come ci siamo sentiti la prima volta! La mente riaprirà sempre lo stesso file emozionale, perché quello sarà quello che ha imparato!

Facciamo degli esempi: leggere è un’attività molto stressante per il cervello, proprio perché spostando lo sguardo da sinistra a destra, vengono coinvolti entrambi gli emisferi che se non sono in equilibrio non potranno ben collaborare….e leggere diventerà molto faticoso…immaginate poi se dovessimo farlo a voce alta, coinvolgendo così anche le funzioni delle corde vocali! Da qui nascono molte difficoltà di apprendimento come la sonnolenza quando si legge, o la difficoltà a capire cosa si è letto, o a memorizzarlo. Capite da soli quanto possa essere penalizzante per un bambino alle prime esperienze o per uno studente nel pieno della sua esperienza scolastica!

Per qualcuno è molto stressante parlare in pubblico…magari è imbarazzante come lo è stato la prima volta che si è stati interrogati davanti a tutta la classe…

I traumi e le percezioni del passato condizionano le nostre scelte in tempo presente e, inevitabilmente, influenzano anche il nostro futuro! Sarà difficile che quel bambino timido, che si è sentito preso in giro davanti a tutta la classe, possa da adulto intraprendere una carriera in politica o nell’imprenditoria…ma sarà più facile che sarà orientato a scegliere un lavoro individuale, dove il confronto con il pubblico risulti limitato. Si inizia ora a capire quanto possa essere invalidante e limitante per un essere umano… Pensate a quanti sogni che avevamo da bambini non si sono realizzati per paure…insicurezze e scarsa autostima…

Il metodo One Brain, con un insieme di tecniche manuali, psicologiche ed  energetiche,  che aiutano a sciogliere lo stress nel corpo, nella mente e nelle emozioni,  hanno lo scopo finale di sciogliere l’emozione “negativa” dall’ evento. Cambiando la percezione del ricordo, cambia anche il suo contenuto emotivo e potremo rivivere l’evento o l’azione senza rivivere l’emozione ad esso legata. L’evento è solo un ricordo, non è più causa di stress!

“La sofferenza non è nel fatto, ma nella percezione del fatto…cambiamo la nostra percezione e vedremo il mondo con  occhi nuovi”

Durante le consulenze l’evento e l’emozione vengono “de-fusi”. Ecco perché le consulenze emozionali del metodo One Brain vengono anche chiamate “defusioni”.

Una volta che si è presa consapevolezza dell’emozione che ci teneva bloccati, possiamo scegliere di cambiare per creare il futuro che desideriamo!

Il vero cambiamento avviene quando riusciamo a ricolorare la nostra Vita con la scoperta di ciò che siamo in realtà, di quali sono le nostre qualità e i talenti! Così sarà possibile trasformare le nostre paure e ansie in gioia e soddisfazione per la nostra Vita!” 

– Elena Brezza –