Archivio della categoria: Alimentazione

20901646_10212536633963415_171922282423852016_o

Torta alle 3 Farine, con Cocco e Cioccolato Extra Fondente

Nata da un esperimento, è diventata una delle torte che piace di più in famiglia e che mi toglie il gusto del dolce senza appesantirmi troppo.

Facile e veloce da preparare, deliziosa da gustare!

Ingredienti:

– 1 vasetto di yogurt bianco senza zucchero (in variante, anche senza lattosio o vegetale)

– farina integrale

– farina di avena

– farina di riso

– cocco grattugiato (farina di cocco)

– 3 uova

– zucchero di canna integrale

– olio di semi di girasole

– 1 bustina di lievito naturale per dolci

– 100 gr di cioccolato extra fondente (in stecca)

 

Preparazione:

Tenere la cioccolata a temperatura ambiente e poi tagliatela grossolanamente con il coltello fino ad avere dei tocchetti di diverse dimensioni; una volta tagliati, mettere in frigo per far riacquistare un po’ di compattezza.

In una terrina, mettere lo yogurt e usare il vasetto vuoto come dosatore. Aggiungere mezzo vasetto di  olio di girasole e le uova, poi un vasetto e mezzo di  zucchero. Amalgamare bene il tutto con una frusta, fino ad avere una morbida crema.

Aggiungere ora gli ingredienti secchi:  1 vasetto di  farina integrale, 1 vasetto di farina di avena, mezzo vasetto di farina di riso e mezzo vasetto di cocco grattugiato  e continuare a mescolare evitando la formazione di grumi; aggiungere anche la bustina di lievito.

Quando il composto sarà ben amalgamato, aggiungere i pezzi più piccoli del cioccolato che avete messo in frigorifero.

Amalgamare bene il tutto e versare in uno stampo per torte rivestito di carta forno e cospargere la superficie con un pochino di farina cocco e i pezzi più grossi di cioccolato, che affonderanno durante la cottura, mentre altri rimarranno in superficie.

Infornare in forno ventilato preriscaldato a 180°, per 20 minuti circa. Verificare la cottura con uno stuzzicadenti.

Buon appetito!

Marmellata di fragole e zenzero

pexels-photo-106251Siamo a maggio e l’aria della primavera inoltrata si sente in tutto ciò che ci circonda! Sicuramente anche l’alimentazione sta cambiando e ci stiamo orientando ogni giorno su piatti più freschi e colorati, tipici della bella stagione. In primis la frutta sta riscoprendo innumerevoli varietà e sapori…e  iniziamo con le fragole! Dolci e succose , si prestano per una miriade di ricette e interpretazioni: dai centrifugati, alle insalate, risotti e salse, usate per decorare e guarnire anche primi e secondi, ma sicuramente il loro cavallo di battaglia sono i dolci, in particolare le confetture! Adoro fare marmellate…si possono gustare a colazione su una fetta di pane integrale o su una fetta biscottata…o conquistare il nostro palato con una crostata, magari con una frolla gluten free! Dato che adoro cucinare e che mi piace prendermi cura della mia salute anche attraverso l’alimentazione, quest’anno ho deciso di osare un po’ di più e di provare ad unire la dolcezza e succosità delle fragole con la piccantezza e le innumerevoli proprietà benefiche dello zenzero. Il risultato mi ha decisamente sorpresa, lasciandomi esterrefatta e molto soddisfatta…così ho deciso di condividerla con voi! Buona preparazione e degustazione!

Ingredienti:

  • 1 Kg di fragole mature
  • 3-4 cm di radice di zenzero (o a piacere, in base a quanto vi piace che si senta il piccante)
  • 350 gr di zucchero grezzo di canna
  • 1 limone (o agar agar: io ho scelto il limone, perché insieme a fragole e zenzero si sposa benissimo, anche se i tempi di preparazione si allungano un pochino)

Preparazione:

Lavare le fragole, asciugarle, eliminare il picciolo e tagliarle a pezzettoni. Metterle in una terrina con lo zucchero, il succo del limone e lo zenzero grattuggiato. Riporre la terrina in frigo (chiudendo con la pellicola) e lasciale riposare per un paio d’ore o almeno fino a che si sarà formato il sughetto (questo passaggio farà esaltare ancor più i profumi e i sapori della vostra marmellata!). A questo punto possiamo travasare tutto in una casseruola e cuocere a fuoco medio all’inizio, per poter  eliminare l’eventuale schiuma che si dovesse formare, per poi portare la fiamma al minimo e lasciare cuocere, finché le fragole non si saranno disfatte.marmellata fragole e zenzero A seconda di come la preferite, si puoi anche frullarla con un mixer o passarla al passaverdure. Per capire quando sarà pronta la marmellata, basterà provare “l’esame del piattino”: mettete un cucchiaino di marmellata nel piattino, attendere che si raffreddi e verificarne la consistenza. Il mio tempo di cottura è stato di circa 40 minuti. Una volta terminata la cottura, versatela nei vasetti che avrete preparato prima, che vi consiglio di aver ben lavato in acqua bollente e ben asciugati. Chiudeteli bene e metterli a testa in giù in modo che si crei il sottovuoto.

Per la conservazione vi consiglio una dispensa fresca, buia e asciutta; per la data di scadenza l’ideale sarebbe consumarla entro 6/8 mesi…dato che la quantità di zucchero non è altissima, avrete una marmellata dl gusto molto naturale, ma altresì la scadenza non sarà molto prolungata.

Bon appetit!

Lumachine integrali con gocce di cioccolato

20170322_195511 - Copia (2)

I ritmi delle nostre giornate sono sempre scanditi al millesimo… ma se c’è un momento che mi piace gustare è proprio la colazione… I primi raggi di sole…l’aria ancora fresca del primo mattino… il profumo del caffè che si propaga per la cucina… Sono piccoli dettagli che mi fanno apprezzare l’inizio di un nuovo giorno… che mi piace assaporare con calma…per non iniziare la giornata di corsa e sotto stress…
Per cui vi invito a preparare la tavola la sera, prima di andare a letto…in modo che, al vostro risveglio, l’ingresso in cucina e sedersi a tavola per la colazione, possano essere momenti estremamente piacevoli!
Queste lumachine integrali sono semplicissime da fare…ed estremamente gustose…per una colazione nutriente, ma povera di zuccheri semplici e ricca di fibre. Potete accompagnarle con latte vegetale, tè, infuso o caffè d’orzo…e perchè no?!…magari non solo a colazione, ma anche per uno spuntino.
La forma di lumachina vuole essere una scelta carina e divertente, ma anche un piccolo promemoria a rallentare un po’ i ritmi che ogni giorno sono sempre più accelerati.

Ingredienti
• 300 gr di farina integrale
• 100 gr di farina di riso
• 150 gr di zucchero di canna
• 2 uova
• 70 gr di olio di semi
• 60 gr di gocce di cioccolato fondente
• 1 bustina di lievito naturale per dolci
• Latte vegetale q.b.

Preparazione:
Mettiamo in una terrina le farine, lo zucchero di canna e il lievito; amalgamiamo gli ingredienti secchi e poi uniamo le uova e l’olio.
Inizialmente lavorate gli ingredienti con una spatola e se è necessario aggiungete 1-2 cucchiai di latte, quindi unire le gocce di cioccolato. Il composto deve potersi lavorare bene e non risultare troppo appiccicoso.
A questo punto possiamo trasferirlo su una spianatoia e continuare la lavorazione, fino a formare un panetto compatto.
Stendete il panetto sulla spianatoia leggermente infarinata dandogli uno spessore di 1/2 cm circa, quindi ricavate dei biscotti con uno stampino – io ho usato quello a forma di lumaca, ma ovviamente potete scegliere la forma che preferite
Adagiare i biscotti su una teglia rivestita con carta forno e cuocerli in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti.
Sfornate i biscotti e lasciateli raffreddare completamente…
I vostri biscotti integrali con gocce di cioccolato sono pronti per essere serviti!

20170322_195658

“A CUOR LEGGERO” – Cuoricini di farro e avena al cioccolato e peperoncino

16706871_10210846291665914_1565348402_n

Ci sono dei momenti in cui ci va qualcosa di dolce, ma non troppo…per non attentare nè alla linea, nè alla salute… Questa ricetta riesce a soddisfare le nostre aspettative, dati i suoi ingredienti, la facilità, la velocità di realizzazione e l’incredibile bontà!

E’ un’ottima coccola anche per San Valentino! Per sorprendere la nostra dolce metà con un risveglio e inizio di giornata dolce, piccante e anche salutare!

 

 

Ingredienti:

  • 250 gr di farina di farro
  • 50 gr di farina di riso
  • 100 gr di farina di avena
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di burro
  • 2 uova
  • 1 tuorlo
  • 80 gr di cioccolato fondente grattugiato
  • Un cucchiaio di cacao amaro in polvere
  • Una bustina di lievito naturale per dolci
  • Peperoncino in polvere
  • Latte di avena q.b.
  • Un pizzico di sale

 

Preparazione:

Lavorare bene il burro e le uova (il consiglio è di lavorarli a temperatura ambiente, perché se sono freddi si fa molta più fatica ad amalgamarli); poi aggiungere le farine poco alla volta. Aggiungere lo zucchero, il lievito, il peperoncino, il cioccolato fondente grattugiato e il pizzico di sale.

Impastate bene il tutto finchè sarà omogeneo, aggiungendo un po’ di latte di avena per renderlo più amalgamabile. Avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per almeno mezzora in frigorifero. Stendete la pasta dello spessore di circa mezzo centimetro e poi ricavate dei cuoricini con lo stampo. Posizionarli su una teglia con carta da forno e cuocere a 180° per 20 minuti in forno ventilato.

Buon appetito!

TORTA DI FARRO ALLE MELE

Di tante ricette di dolci naturali che vi posso proporre, questa è senza dubbio una delle mie preferite! Non c’è niente di più gustoso che una deliziosa fetta di torta di mele! Anche questa ricetta è semplice da fare e si adatta anche ai palati più fini! Bon appétit!

887361_616101998405094_407819072_o-copia

Ingredienti:

–              1 vasetto di yogurt vegetale

–              3 vasetti di farina di farro

–              3 uova

–              1 vasetto e ½ di zucchero di canna

–              ½ vasetto di olio di semi di girasole

–              1 bustina di lievito naturale per dolci

–              3-4 mele

–              Qualche pinolo per guarnire

Preparazione:

In una terrina mettere lo yogurt e usare il vasetto vuoto come dosatore. Aggiungere l’olio di semi e le uova, poi lo zucchero. Amalgamare bene il tutto con una frusta. Aggiungere la farina e continuare a mescolare evitando la formazione di grumi; aggiungere anche la bustina di lievito. Sbucciare e tagliare a pezzettini 3 delle 4 mele e aggiungerle al composto. Amalgamare bene il tutto e versare in uno stampo per torte rivestito di carta forno. Usare la 4° mela tagliata a fettine sottili e qualche pinolo come guarnizione. Spolverare con un poco di zucchero di canna (durante la cottura farà un effetto caramello!). infornare a 180°, forno ventilato, per circa 35 minuti. Verificare la cottura con uno stuzzicadenti, che deve risultare asciutto.

*.*.*Buon appetito!*.*.*

BISCOTTI DI FARRO ALLE NOCI – Vegan

Le fresche e umide giornate autunnali ci fanno riscoprire il piacere del tepore dell’uso del forno… Il profumo dei biscotti che si propaga con amore in tutta la casa mi fa tornare bambina…ed è proprio in questo periodo dell’anno che mi riscopro “piccola chef” e ricomincio a sfornare piccole gioie e gocciole d’amore quotidiano con cui iniziare le rigide giornate della stagione invernale.

Vi propongo una mia ricetta vegan, che uso ormai da diversi anni, ma che mi lascia sempre molto soddisfatta e che fa sciogliere tutti i palati! Ottimi a colazione nel latte vegetale, oppure anche con il tè del pomeriggio…o per i più golosi, con la tisana della sera… Semplici e veloci da fare, leggeri da digerire, sani per il corpo e coccolosi per lo spirito… Bon appétit!

858757_616110561737571_427978123_oIngredienti:

–              150 gr farina di farro

–              100 gr di noci (o frutta secca a piacere)

–              80 gr di zucchero di canna

–              60 gr di olio di semi di girasole

–              1 bustina di lievito naturale per dolci

–              Latte vegetale a scelta (solo per amalgamare meglio il composto)

–              Un pizzico di sale

Preparazione:

Frantumare grossolanamente le noci insieme allo zucchero di canna. Unire in una terrina gli ingredienti secchi: farina di farro, noci, lievito naturale, il pizzico di sale. Aggiungere l’olio di semi e amalgamare bene il tutto. Se l’impasto dovesse essere troppo asciutto, aggiungere il latte vegetale quanto basta per renderlo un po’ più morbido. La consistenza dell’impasto non permette di essere steso, ma si formeranno delle palline che poi verranno schiacciate. Mettere i biscotti sulla placca da forno rivestita di carta; tenerli distanziati perchè lievitando potrebbero attaccarsi tra loro! Cuocere in forno ventilato a 200° per 10 minuti, o comunque fino a doratura!

*.*.*.* Buon Appetito!*.*.*.*

pexels-photo-177653

RINFORZIAMO IL SISTEMA IMMUNITARIO CON GLI ALIMENTI DELL’AUTUNNO

Siamo nel cuore dell’autunno… Già da qualche settimana, l’aria è diversa e dalla luce ambrata si avverte che il cambiamento e la trasformazione della stagione sta avvenendo. Stiamo andando verso la metà del mese di ottobre, un mese che regala ancora giorni pieni di sole anche se le giornate si accorciano sempre di più. Iniziamo a vestirci più pesanti…e riscopriamo il piacere del tepore di una tisana calda, di un decotto e della copertina sul divano mentre guardiamo un film o leggiamo un libro… Siamo in autunno e le luci…i colori…gli odori e anche i sapori cambiano… Ma cambiano anche le temperature e andiamo incontro al periodo dove il nostro sistema immunitario deve essere pronto a combattere gli agenti patogeni che arrivano dal freddo esterno. Diventa quindi importante aiutarlo a reagire e a lavorare in modo corretto, ai fini di poterci proteggere al meglio!

Uno dei modi che abbiamo per farlo è sicuramente attraverso l’alimentazione. Scegliere i cibi giusti è sicuramente il primo passo da fare!

Iniziamo con lo scegliere alimenti tipici della stagione! Madre Natura non fa nulla a caso e ci fornisce, stagione per stagione, quello che ci serve per essere in forma e per affrontare al meglio il periodo dell’anno in cui siamo. Durante il periodo estivo abbondano cibi freschi per aiutarci a contrastare le giornate torride e afose, mentre in inverno abbondano cibi più ricchi di proteine e grassi, utili a rinforzare l’organismo e contribuendo ad  accumulare più calorie e grassi necessari per fa fronte al clima rigido. Nelle stagioni intermedie, come autunno e primavera, diventa molto utile abituare il corpo al cambiamento verso il freddo o il caldo estremo. Con questa consapevolezza, iniziamo quindi a lasciare gli alimenti freschi, e spesso crudi, della stagione estiva e iniziamo a rivolgere la nostra attenzione a cibi più caldi: iniziamo a ridurre le solanacee come patate, pomodori, melanzane e peperoni, insieme a insalate, cetrioli e frutta estiva come pesche, albicocche, anguria e melone, e orientiamoci sulla ricerca di verdure e frutta più tipiche di questo periodo, come cavoli, verze, broccoli, carote, zucche, carciofi, radicchio e funghi, che sono decisamente meno acquosi, ma più ricchi di sali minerali; e frutta come pere, kiwi, mele, uva e melograni. Regina di autunno è sicuramente la castagna (alla quale dedicheremo presto un articolo tutto suo!), che merita di essere piacevolmente consumata anche come protagonista principale nei nostri pasti! Anche nella scelta dei cereali possiamo allargare le nostre vedute ad avena, grano saraceno e miglio, tutti cereali che aiutano, meglio di grano e riso, a scaldare il corpo.

Riscopriamo anche i frutti oleaginosi, impropriamente spesso definiti  “frutta secca”, come noci, nocciole, mandorle, anacardi, pinoli, noci di macadamia, arachidi e anche semi di zucca, di sesamo, di girasole…che sono ricchi di lipidi, proteine e sali minerali, molto utili quando le temperature si fanno più fresche.

Le temperature infatti si abbassano e la sera può essere più gradita una bella zuppa o un minestrone di verdure. Possiamo associare legumi, verdure e cereali, per avere un piatto ricco e completo di tutte le fonti di macronutrienti  come grassi, proteine (vegetali) e carboidrati sia amidacei (cereali) che fibrosi (verdure). L’unica accortezza può essere quella di non esagerare con il mischiare più tipi di legumi e troppe verdure…l’ideale sarebbe di scegliere un solo legume e non più di tre verdure, insieme ad un cereale, questo per favorire la digestione e l’assimilazione, oltre che a ridurre drasticamente il problema meteorismo, molto comune quando si mangiano legumi.

Una nota importante la dedichiamo alla vitamina C, importante antiossidante, antibiotico, antibatterico e antivirale, che troviamo sia negli agrumi, che nei kiwi, melograni, mele e anche nei cavoli (attenzione a non stracuocere…altrimenti la vitamina C verrà persa!). In alternativa può anche essere integrata con integratori specifici.

Nutrendoci secondo quello che ci offre Madre Natura ci coccoliamo e prendiamo cura di noi, rispettando non solo noi stessi, ma anche la Natura e, perché no…anche il nostro portafoglio! Perchè alimentarci con i cibi di stagione ci permette di guadagnarci in salute e ci costa meno (sono giustamente più facili e abbondanti da reperire!) – avete mai confrontato i prezzi delle fragole a Natale o a maggio/giugno?!

Oltre all’alimentazione ci sono altre accortezze che possiamo adottare in autunno per sostenere il nostro sistema immunitario: possiamo ricorrere al sostegno delle piante, come l’echinacea, splendido sostegno per le difese dell’organismo. Possiamo aiutarci con l’Oligoterapia e l’uso di oligoelementi; o con la Floriterapia e l’uso dei Fiori di Bach, come Walnut, Cherry Plum, Agrimony e Pine. O anche con gli oli essenziali di lavanda, tea tree, timo, camomilla, eucalipto, chiodi di garofano e cannella, che possono essere liberati nell’ambiente attraverso appositi diffusori. È molto utile fare drenaggi aspecifici e specifici di organo, bere tisane e decotti serali, farsi fare massaggi rilassanti e di riflessologia plantare, o  impacchi di sale caldo sulle varie parti del corpo (attenzione! Seguire  accuratamente il procedimento consigliato dal Naturopata – rischio ustioni!!).

 Coccolarci e prenderci cura del nostro corpo, aiutandolo al meglio nei periodi di passaggio stagionale, ci permette di vivere meglio, di essere più in salute e di essere più felici e in armonia sia con noi stessi che con la Vita.

*.*.*  Buon autunno! *.*.*

Elena Brezza Naturopata – 3476259814

Questa non è una testata medica, le informazioni fornite in questo articolo hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale; esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di altri operatori sanitari abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure e le descrizione dei prodotti eventualmente presenti in questo articolo e in questo sito hanno un fine illustrativo e non consentono di acquisire la necessaria esperienza e manualità per la loro pratica o il loro uso. Se vi sono state prescritte delle cure mediche vi invito a non interromperle né modificarle, perché tutti i suggerimenti che trovate su “studionaturopatiariccione.it” devono essere sempre e comunque confrontati con il parere del vostro medico curante.